Archive for giugno 2009

Ancora aumenti della TARSU ad Aversa e gli sprechi continuano.

giugno 26, 2009

Giuseppe Oliva

Aversa 26/06/2009

Ad Aversa nonostante i continui aumenti della TARSU la città versa ancora in condizioni da terzo mondo, ci sono rifiuti ovunque, i cassonetti sono quasi tutti rotti e senza chiusura superiore emanando odori che non sono per niente gradevoli, possibile che questa amministrazione non sia riuscita a realizzare un piano di raccolta differenziata che possa ripulire la città e nello stesso tempo far risparmiare qualcosa ai cittadini? possibile che per un’appartamento di 140 mq di debba pagare € 670,00 all’anno?, già dimenticavo il comune ormai ci fa pagare anche per andare a trovare un parente defunto riuscendo a verniciare di blu l’intera città, ma che pensa che la gente le auto se le possa mettere in tasca e portare a casa, invece di pensare ai problemi veri, come la micro criminalità che ormai dai paesi intorno fa tappa ad Aversa quotidianamente come se fosse un supermarket nel quale venire a fare rapine e furti senza pagare nulla, ormai rapine e scippi sono continui senza contare le risse fuori ai bar della MOVIDA, dove incuranti delle disposizioni di chiusura entro l’una di notte si continua a mettere musica ad alto volume costringendo gli abbitanti dei palazzi vicini a dormnire chiusi dentro e con i tappi.

Ogni giorno leggo il giornale e ascolto le voci dei cittadini che si lamentano per la cattiva amministrazione della città, a nessuno viene in mente una cosa veramente positiva che questa amministrazione abbia realizzato, ci sono solo tante opere fatte a metà e tante opere inutili, alcune invere con degli sprechi assurdi, mi è giunta voce che per il solo progetto dello spartitraffico su Viale Kennedy il Comune abbia speso € 80.000,00 oltre a € 350.000,000 per la realizzazione, ho chiesto personalmente chiarimenti al Sindaco Ciaramella ma ha risposto che non sapeva nulla e che mi dovevo rivolgere all’ufficio preposto, ma come, ho ancora vivo il ricordo di una sua dichiarazione che diceva testuali parole: ci ho messo 8 anni ma ho messo in sicurezza Viale Kennedy, dichiarazioni un pò troppo allegre visto che di incidenti a causa dello spartitraffico se ne sono visti molti.

Spero che al più presto questi personaggi politici se ne vadano a casa è riflettano sui danni che lasceranno dietro di loro, speriamo anche che possa nascere una lista civica con persone qualificate e responsabili che sappiano amministrare il denaro pubblico senza sprechi.

Discarica nel centro storico di Aversa

Discarica nel cetro storico di Aversa davanti ex caserma dei pompieri

Raduno delle rosse FERRARI ad Aversa.

giugno 25, 2009

Giuseppe Oliva

25/06/2009

Il giorno 27 e 28 giugno 2009 ad Aversa è stato organizzato un raduno delle FERRARI, con prove di abilità ed esposizioni, il programma prevede:

Sabato 27 ore 16:00 Arrivo in P.zza Municipio
16:30/18:00 Mostra statica
18:00/19:00 Sfilata in città
21:30/23:00 Mostra statica
23:00 Sfilata in notturna

Domenica 28 ore 09:00/10:30 Pvova di abilità (p.le Ippodromo)
11:00/12:30 Sfilata in città
17:30/18:30 Mostra statica
18:30 Premiazione

L’evento è sicuramente meritevole di complimenti speriamo solo che non facciano passare le auto per Via Roma altrimenti il Comune dovra rimborsare il costo dei pneumatici squarciati dalle pessime condizioni della pavimentazione, a parte le battute speriamo in una riuscita della manifestazione.

Le rosse FERRARI ad Aversa

Emergenza allagamenti in Via del Seggio.

giugno 24, 2009

Giuseppe Oliva

24/06/2009

Solo pochi giorni fa il comune dopo ripetuti appelli da parte di Vittorio Saringia presidente delle BOTTEGE DEL SEGGIO e una possibile denuncia alle autorità competenti si era affrettato a fare dei lavori straordinari per evitare gli allagamenti che si formavano, purtroppo oggi con una banale pioggia di 10 minuti gli allagamenti si sono riformati creando non pochi problemi ai pedoni.

Mi chiedo come mai da un pò di anni non si riescono più a fare delle opere con una corretta proggettazione senza la necessità di intervenire continuamente con la manutenzione straordinaria?

Non voglio pensare che lo fanno apposta per guadagnare di continuo con gli interventi correttivi, ma gli interrogativi sono tanti e le risposte poche.

Il link che segue documenta l’allagamenti odierno, VIDEO

La crisi del commercio ad Aversa.

giugno 11, 2009

Giuseppe Oliva

11/06/2009

La crisi sta colpendo un pò tutti i settori del commercio Aversano, purtroppo non bastava la crisi generale e l’amministrazione ci ha voluto mettere lo zampino, sono anni che mi batto contro le troppe isole pedonali e i troppi parcheggi a pagamento, perchè sono convinto che abbiano allontanato la clientela vera, quella che venendo con le auto ” quelle che il comune odia” portava denaro in città, lo dico con dati di fatto avendo un negozio con mio padre da 40 anni e i dati parlano di una diminuzione della clientela proveniente da fuori città del 50-60%.

Purtroppo non sono stato ascoltato e i dati della confcommercio parlano di quasi 100 esercizi commerciali che hanno chiuso solo nell’ultimo anno, parliamo di negozi storici alcuni con oltre 40 anni di attività tutti ubicati nelle zone oggetto di isole pedonali e sosta a pagamento, l’assurdità e che il vicepresidente della confesercenti Sig. Maurizio Pollini ha dichiarato oggi sul CORRIERE DI CASERTA di oggi che non è così grave e che il piano di trasformare Aversa in una città d’arte, cultura e turismo devono andare avanti, ma dico questa persona non dovrebbe difendere il commercio?

Inoltre Aversa è sempre stata il polmone commerciale della zona con centinaia di calzaturifici, caseifici, fabriche di abbigliamento e relativi punti vendita, cosa c’entra tutto questo con il turismo ma ci rendiamo conto di cosa stiamo parlando? trasformare Aversa in una città turistica!!!! e che ci mettiamo a vendere i souvenirs ai turisti tedeschi?

Stranamente tutte le azioni dell’amministrazione sembrano fatte apposta per far fallire tutti i negozi a favore dei centri commerciali, che offrono confort e posti auto gratuiti in abbondanza.

Bisogna smetterla con questi assurdi piani ed iniziare a pensare seriamente a come far tornare i cliente al centro, per fare l’isola pedonale bisogna fare anche le infrastrutture, come parcheggi periferici per la sosta lunga e non a pagamento e pulmini elettrici che sempre in maniera gratuita portino i clienti in centro, a noi manca tutto e non ci sono i presupposti che le cose migliorino, c’è bisogno di un ricambio della classe politica, bisogna che le persone che assumono certi incarichi abbiamo almeno un minimo di esperienza nel settore, ma soprattutto devono confrontarsi con i problemi veri che noi affrontiamo tutti i giorni e non arroccarsi sulle loro posizioni, vorrei che qualcuno del comune venisse in giro ad ascoltare cosa ne pensano i commercianti delle isole pedonali e della sosta a pagamento, invece pensano solo a far quadrare il bilancio comunale aumendanto continuamente le imposte locali.

Ancora arresti nell’ambito rifiuti per CDR irregolari.

giugno 3, 2009

Giuseppe Oliva

03/06/2009

Finalmente nell’ambito dell’indagine sui rifiuti qualcosa si muove, infatti la GdF e la Dia di Napoli hanno eseguito 15 ordinanze di custodia cautelare per falso nell’indagine sulla gestione dei rifiuti.

Le ordinanze di custodia cautelare hanno colpito anche esponenti politici tra cui il presidente della provincia di Benevento, Aniello Cimitile e vari professori universitari e funzionari della Regione Campania, le indagini si riferiscono alla gestione Commisariale.

L’inchiesta riguarda le presunte irregolarità nei collaudi di numeerosi impiandi CDR in Campania.

Certo qualcosa si fa ma siamo ancora a zero rispetto ai veri problemi del ciclo dei rifiuti, ci sono intere città della Campania soprattutto nella zona di Villa Literno, San Cipriano Casal di Principe, che sono ostagio della criminalità organizzata che sversa in questi territori tutto il materiale proveniente da industrie che lavorano totalmente a nero, aziende che non esistono sulla carta quindi a meno di un controllo porta a porta non sono individuabili, le aziende no ma chi sversa si visto che le zone di sversamento sono circoscritte e basterebbero una ventina di uomini con telecamere ad infrarosso per individuare questi criminali che operano principalmente di notte, e non mi vengano a dire che non li vedono perchè persino i privati cittadini sono riusciti con mezzi di fortuna a riprendere questo scempio e a mandare il tutto su YOUTUBE, hanno persino creato un sito internet per denunciare quello che accade il sito è: www.laterradeifuochi.it basta un rapido sguardo a l sito per capire che la situazione è ormai irreparabile e le generazioni future ne pagheranno le conseguenze.

La terra dei fuochi