Vairano Paternora VS Aversa, in merito agli strani esoneri dal pagamento del grattino.

Giuseppe OLiva

Aversa 13/10/2009

Ormai il cittadino Italiano viene trattato dalle istituzioni come un animale da macello, si perchè mentre i politici stanno nella cabina di guida usufruendo di tutti i confort, anche quelli non dovuti, il cittadino viene messo nel rimorchio, non fa nulla se viaggia scomodo e senza confort.

la vertità è che i politici di oggi non valgono neanche un centesimo di euro, pensano solo ai vantaggi derivanti dalla posizione sociale che vanno a ricoprire, i veri problemi non vengono mai affrontati, ci trattano come degli stupidi e forse lo siamo visto che ancora non li abbiamo mandati a casa, ma tutti sia destra che sinistra.

Ad aversa stiamo lottando da tempo contro il nuovo piano parcheggi che il Sindaco Ciaramella ha fortemente voluto, il folle piano prevede l’esonero dal pagamento del grattino per gli amministratori comunali assessori e consiglieri, oltre all’uso del bloccaruote e rimozione forzata se il grattino è scaduto o mancante, certo che per stilare il capitolato di appalto il comandante dei V.U. non so cosa abbia usato, visto che il codice della strada non prevede nulla di quello che hanno deciso, ma loro vanno avanti come se l’opinione dei cittadini ma soprattutto le leggi non valessero nulla, nonostante gli abbiano dato il voto, stanno facendo solo i loro interessi.

Devo però constatare che anche in altre città i politici si prendono dei vantaggi non dovuti, un esempio fresco fresco è Vairano Paternora, dove i politici del Comune si esonerano dal pagamento del ticket del parcheggio, riporto l’articolo del Corriere del Mezzogiorno.

Fonte: Corriere del Mezzogiorno

CASERTA – A Vairano Patenora, comune di 6.259 abitanti in provincia di Caserta alcuni assessori sembrano godere di piccoli privilegi di fronte ai quali anche i vigili urbani appaiono un po’ «distratti». Così, per alcuni amministratori, il parcheggio nell’area di sosta riservata ai vigili urbani – proprio di fronte alla loro sede – è prassi quotidiana.

I CITTADINI – Per la gran parte dei cittadini, invece, lasciare la propria vettura, anche per pochi istanti, senza disco orario o in divieto di sosta, è sufficiente per prendere una multa che gli instancabili ausiliari del traffico attaccano sul parabrezza con il necessario rigore. Figurarsi, poi, a sostare nel «sancta santorum» del comando…

GLI ASSESSORI – Rigore e zelo che non si riscontrano, come si può notare dalla foto, per gli assessori. A nulla sono finora valse le proteste di chi chiede «legge uguale per tutti». I diretti interessati non sembrano «commuoversi» di fronte alla protesta, ma anzi, continuano a parcheggiare «al solito» posto. Una situazione da «fattoria degli animali» che ha spinto qualcuno a rivolgersi ai carabinieri per risolvere, una volta per tutte, la «querelle» automobilistica.

Speriamo che i cittadini di Aversa si sveglino dal sonno e si rendano conto di quello che sta succedendo, come associazione siamo pronti ad intraprendere il ricorso al TAR, stiamo raccogliendo le iscrizioni per contatti: oliva.giuseppe@yahoo.it.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: