Aversa, gli strani esoneri dal pagamento del grattino del Sindaco Ciaramella.

Aversa 15/10/2009

Giuseppe Oliva

L’inchiesta sulle strane strisce blu fatte ad Aversa dal Sindaco Ciaramella continua.

In questi giorni il pennello folle del Comune è ancora in azione, stiamo raccogliendo le segnalazioni di molti residenti che si meravigliano sulle modalità di applicazione delle strisce blu, nello specifico ieri ci hanno segnalato che in Via Modigliani sede dello studio del Dott. Ciaramella ci sono solo strisce bianche mentre a 5 metri in Via S. D’Acquisto è tutto blu, un nostro operatore è andato a filmare l’epidosio che è scaricabile da youtube cliccando quì per verificare la segnalazione, dal video si può vedere come stranamente il pennello blu del comune sia passato sopra Via Modigliani.

Questa sfortunatamente non è l’unica stranezza del nuovo piano parcheggi voluto dal Sindaco Ciaramella, di seguito vi elenco le principali norme violate nel fare le nuove strisce blu:

a) le strisce blu adibite a parcheggio vanno fatte al di fuori della carreggiata
b) non è possibile fare nessun esonero o riservare spazio su suolo pubblico se non per motivi di pubblica utilità, mentre ad Aversa esiste l’esonero per gli amministratori comunali, assessori e consiglieri compresi, oltre a vari spazi sotto il comune, fuori le banche e albreghi con scritto spazio riservato
c) bisogna lasciare almeno 1 metro di spazio pedonale dove manca il marciapiede “in molte zone le strisce blu sono a ridosso dei muri senza lasciare questo spazio”
d) bloccaruote e rimozione, il C.D.S. prevede il blocco e la rimozione solo per le auto in divieto di sosta e che intralciano la circolazione.
Io mi fermerei quì ma l’elenco è lungo, inoltre esiste sempre il buon senso che ad Aversa manca del tutto, verniciare di blu zone come l’ex stazionamento dei pulman alla ferrovia mi sembra assurdo, ci sono persone che per 1.000 euro al mese vanno a lavorare a Roma con enormi sacrifici è tra pochi giorni il comune vuole 300 euro al mese!!!!

Inoltre ci sarebbe un’altra cosa che mi lascia perplesso, il Comune ha dato mandato a questa nuova società di rimuovere anche le auto dal divieto di sosta, ora visto che questa non è una società di beneficenza, cosa pensate che succederà a tutte quelle auto che non sono in una striscia bianca o blu?
Ovviamente verranno rimosse visto che da ogni rimozioni la società incassa circa 160 euro di cui il 12% va al comune.

Faccio presente che il CODACONS si è reso disponibile a fare ricorso al TAR, ma bisogna iscriversi, per info contattare il Sig. Giuseppe Oliva alla mail oliva.giuseppe@yahoo.it

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...